5 Maggio / Roma – Assemblea lavorat* indipendenti contro il ddl Fornero e per una nuova idea di lavoro e welfare

 

Roma, Sabato 5 Maggio, ore 09,30
Città dell’Altra Economia
Largo Dino Frisullo – Roma

Questo è il momento di promuovere, oltre i confini delle singole categorie, la consapevolezza di un obiettivo comune, una coalizione del lavoro indipendente e precarizzato.

Scarica la locandina [PDF 190kb]

Leggi la traccia di discussione

http://www.ilquintostato.it/tv-commons/assemblea-indipendenti-traccia-per-la-discussione/

Partecipa e registrati su Facebook:
https://www.facebook.com/events/286076551475828/

Sabato 5 maggio, dalle 09,30 – seguici in diretta:
http://www.ilquintostato.it/video/stream/

Diffondi il video:
http://youtu.be/cDuVHgdpDyQ


Visualizzazione ingrandita della mappa

 







5 Maggio / Roma – Assemblea lavorat* indipendenti contro il ddl Fornero e per una nuova idea di lavoro e welfare  

Related Posts

  • No Related Posts


 
 

35 Comments

  1. [...] della precarietà non può certo iniziare e finire il primo maggio di ogni anno, segnaliamo l’Assemblea Nazionale dei Lavoratori Indipendenti che si terrà il 5 maggio alle 9.30 a Roma. Nel frattempo chi volesse può aderire [...]

  2. [...] Sabato 5 maggio a Roma alle 9.30 alla Città dell’Altra Economia, ore 09,30Città dell’Altra Economia Largo Dino Frisullo – Roma si terrà l’Assemblea Nazionale dei Lavoratori indipendenti. [...]

  3. [...] Il giorno stesso in cui è stata aperta dopo quattro lunghi anni di abbandono e incuria, mercoledì 25 aprile, festa della liberazione, la Sala Vittorio De Seta ha accolto più di un centinaio di persone riunite a discutere sul lavoro cognitivo e sul welfare per i lavoratori autonomi. All’incontro con Roberto Ciccarelli (La Furia dei cervelli) e Vincenzo Ostuni (Generazione TQ), coordinato da Andrea Libero Carbone hanno partecipato persone che nel mondo della cultura e della conoscenza svolgono mansioni e mestieri sì molto diversi, ma tutti accomunati dalla stessa cronica assenza di tutele. Si è discusso di bisogni e diritti, provando a tracciare le linee guida di un discorso sul lavoro che definisca i diritti dei lavoratori come diritti di cittadinanza. Gli interventi hanno sottolineato la necessità di pensare a forme di tutela dei lavoratori autonomi nelle fasi di vulnerabilità: la continuità del reddito in caso di malattia, maternità o paternità, periodi sabbatici di ricerca, intervalli tra commesse o impieghi; le forme di assistenza mutualistica; il reddito di cittadinanza; le nuove prospettive del lavoro in rete come il co-working, che apre possibilità inedite di un’economia virtuosa, sottratta alle logiche mercantili, incentrata sulla persona e orientata alla sperimentazione di nuove forme di vita e di cittadinanza. Questi sono i valori condivisi e i progetti comuni che hanno motivato l’adesione all’Appello del quinto stato: se chi ci governa non sa immaginare il futuro, proveremo a farlo noi, la cui lettura in sala è stata salutata da un lungo applauso, in vista dell’assemblea dei lavoratori indipendenti del 4 maggio alla Città dell’altra economia di Roma (http://www.ilquintostato.it/tv-commons/assemblea-dei-lavorati-indipendenti-contro-il-ddl-sulla-rifor…). [...]

  4. [...] L’assemblea del Quinto Stato alla Città dell’Altra Economia nasce da un appello sottoscritto anche da ACTA e vedrà la partecipazione di una vasta coalizione di associazioni e organizzazioni di lavoratori indipendenti. ACTA non farà mancare la sua partecipazione, in un’ottica di difesa del lavoro indipendente. [...]

 
 

Leave a Comment