28 maggio: il nuovo mutualismo è molto vicino all’antico

 

Lunedì 28 maggio 2012
Incontro d’informazione e di proposte
La Città dell’Altra Economia
Largo Dino Frisullo
ore 18.00

mutualismo
 
La scelta del mutualismo è una scelta consapevole. Si rifà a un modello di economia sociale e non del capitale, spinge alla responsabilità verso se stessi e verso la comunità di riferimento. Mette al centro la persona con i suoi bisogni e non il profitto

È giunto il momento per la comunità delle lavoratrici e dei lavoratori autonomi e indipendenti, esclusi dalle tutele destinate al mondo del lavoro subordinato, per i soggetti economicamente deboli e per chi, uscito dal sistema produttivo, non appartiene a gruppi protetti, di confrontarsi con le forme del mutualismo.

Gli eterogenei soggetti del Quinto Stato sono invitati a discutere e a definire percorsi che portino a un welfare sostenibile, sussidiario e solidaristico, territoriale, relazionale che, insieme a un radicale ripensamento del modello sociale del nostro paese, offra forme di auto-aiuto e di mutuo-aiuto immediate.

Il Sindacato dei traduttori editoriali STradE
ha sottoscritto recentemente una convenzione di assistenza sanitaria con una società di mutuo soccorso.
Per la prima volta i professionisti del diritto d’autore hanno deciso di unirsi solidalmente per venire incontro a una mancanza dello Stato e coprire, almeno in parte, l’assenza di tutele sociali che rende ancora più precaria la loro condizione professionale, scegliendo una forma mutualistica di sostegno che si richiama alle prime esperienze di autotutela operaie della fine dell’Ottocento.
La mutua “Elisabetta Sandri” è ora aperta all’adesione di altri soggetti strutturati del mondo indipendente e precarizzato”.

Forme cooperative mutualistiche possono diventare opportunità per creare buon lavoro e fare fronte alla crisi economica.

All’incontro parteciperanno Fabio Galimberti e Elena Doria di STradE, Andrea Dili dell’Associazione XX Maggio.

L’incontro verrà trasmesso via streaming e la registrazione verrà condivisa con tutto il laboratorio del Quinto Stato.

 







 
 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

 
 

Leave a Comment